Il progetto

Irpinia: un sistema fra cultura e memoria. Sistema Irpinia per la Cultura Contemporanea è un progetto di valorizzazione turistico – culturale degli antichi borghi e dei castelli d’Irpinia, promosso dal Comune di Bagnoli Irpino (AV) e finanziato dalla Regione Campania attraverso P.O. F.E.S.R. Regione Campania 2007-2013 Ob. Op. 1.12.

Il progetto prevede una serie di eventi multidisciplinari, attraverso cui arti visive, cinema, fotografia, teatro, musica si porranno come strumenti di marketing per valorizzare al livello internazionale il territorio dell’Irpinia. Strettamente interconnessi fra loro e profondamente integrati nel territorio, gli eventi si svolgeranno prevalentemente a Bagnoli Irpino, comune dal rilevante patrimonio artistico-culturale, e in altre località limitrofe di grande fascino e bellezza, in cui borghi antichi, aree di interesse storico, paesaggistico e culturale, castelli e monasteri di origine medievale, rappresentano un potenziale turistico attualmente poco sfruttato.
Tali località saranno oggetto, durante il periodo della manifestazione, di un processo di valorizzazione turistico – culturale integrata allo scopo di convogliare sul territorio eccellenze artistiche, stimolare una partecipazione attiva endemica, attirare un cospicuo flusso turistico di un livello medio - alto, veicolare l’immagine dell’Irpinia dandole grande visibilità a livello nazionale e internazionale. I luoghi coinvolti nel progetto sono, oltre Bagnoli Irpino, l’Abazia del Goleto a Sant’Angelo dei Lombardi, Nusco, il Carcere Borbonico ad Avellino.
Tema portante della manifestazione sarà proprio il territorio, l’Irpinia, la sua memoria, i suoi straordinari beni culturali materiali e immateriali. Pertanto i diversi interventi artistici saranno funzionali alla creazione di nuove percezioni all’interno di tali contesti, suggeriranno interpretazioni, lanceranno messaggi per una nuova valorizzazione, e quindi fruizione, dei beni architettonici ed ambientali selezionati e dislocati su territorio su cui si andrà ad intervenire.
Le varie iniziative facenti parte del palinsesto saranno parte di un’unica manifestazione e pertanto fortemente integrate fra loro nel tempo e nello spazio, non riconosciute nella loro individualità, ma nell’ambito di un progetto culturale unico e di forte coerenza tematica e di obiettivi, che dialogherà fra l’altro con realtà culturali internazionali, che veicoleranno il brand Irpinia in Italia e all’estero, e si avvarrà di prestigiose collaborazioni curatoriali, fra cui quella di Andres Neumann.
I Comuni interessati dal progetto , non agiranno individualmente, bensì saranno inseriti in un “sistema” che permetterà loro di dialogare, di confrontarsi e di lavorare assieme ad un progetto di valorizzazione turistica e culturale a lungo termine.
L’asset tematico è diviso in due linee di orientamento prevalenti: - Il primo di marcato taglio fotografico, documentario e cinematografico si aggancia alla fortissima tradizione cinematografica del territorio e in particolare al Laceno d’oro, Festival del cinema neorealistico fondato nel 1959 da Camillo Marino e Giacomo D'Onofrio, nella località Laceno, frazione di Bagnoli Irpino. Ci saranno, nello specifico, due mostre dedicate a due fra i più noti registi italiani: Ettore Scola e Paolo Sorrentino. - Il secondo invece, dedicato al segmento di arti vise, avrà come protagonista uno dei più emblematici artisti italiani: Piero Pizzi Cannella, il quale per la prima volta allestirà in Irpinia i suoi splendidi lavori esposti in prestigiosi contesti espositivi in Italia e all’estero.

© 2014 Miriade & Partners. All rights reserved.